B. Sanguineti

B. Sanguineti: presentazione della mostra by S. Stanig

La mostra dedicata a Bartolomeo Sanguineti, curata dall’Associazione culturale TECNICA MISTA si inserisce pienamente nel progetto di valorizzazione del territorio che l’Assessorato alla Cultura – che mi è stato affidato – sta portando avanti attraverso mostre ed eventi volti all’approfondimento e alla conoscenza di grandi eccellenze che hanno vissuto a pieno la nostra città lasciando segni indelebili. È questo il caso di parlare di vere e proprie microstorie chiavaresi che si fanno trama e ordito di quel magnifico tessuto che è la Storia dell’Arte.


Sono oltre sessanta le opere esposte nella galleria di Palazzo Rocca: opere che ripercorrono in una antologia tutte le fasi della produzione di Bartolomeo Sanguineti.

Un percorso pensato in modo molto accattivante volutamente fuori dal classico schema cronologico.

L’artista all’opera accoglie il visitatore vestito del suo camice blu e poi nelle sale troviamo gli esordi artistici con il confronto diretto con l’amico pittore Perissinotti e poi nature morte e paesaggi caratterizzati da rapidi e sfuggenti tocchi di colore luminoso e vibrante.

Gli anni Cinquanta di Sanguineti sono rappresentati da figure evanescenti in cui è la luce la protagonista indiscussa e ancora il movimento, questa volta restituito attraverso la rappresentazione di cavalli in corsa e molto altro.


La realizzazione di una mostra non è un’operazione banale richiede un lungo periodo di ricerca, numerosi contatti, la raccolta di informazioni, di documenti e di testimonianze oltre alla scelta delle opere: tutti ingredienti fondamentali per restituire ai fruitori un lavoro autorevole capace di sfidare il tempo attraverso le pagine di un catalogo.


A vent’anni dalla scomparsa del nostro, questo lavoro è stato fatto con passione e rimarrà nella memoria dei Chiavaresi amici di “Bertolito” e di tutti coloro i quali ricercando il piacere di trascorrere il pomeriggio nelle sale di Palazzo Rocca incontreranno importanti emozioni mettendosi in stretto contatto con la dimensione di un artista che ha messo molto di sé e della sua profonda spiritualità nei propri dipinti.

Silvia STANIG
(Storico dell’arte)
Vicesindaco e Assessore alla Cultura
del Comune di Chiavari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.